CHI SIAMO
 
chi siamo

La mia storia con i cani, nasce in una magnifica struttura dal nome” Mirablu”, formata da ampi box in cotto fiorentino, marmo nella parte antistante ai box, abbeveratoi automatici, sgambatoi, sale parto, infermeria, cucina, magazzino, campo in erba ecc.. realizzata negli anni 70, grazie al volere dell’ingegnere Manlio Schipani grande appassionato cinofilo e allevatore di pastore tedeschi, ritenuta da tutti, un fiore all’occhiello di tutto il Meridione d’Italia. Dopo la morte dell’ingegnere Schipani, la stessa struttura fu gestita dall’amico Nino Broccio, ribattezzata col nome “Hotel 5 stelle” dove mantenne le vecchie tradizioni di pensione, allevamento e addestramento. Correva l’anno 1990 e fu proprio in questo periodo della mia fanciullezza che nacque l’amore e la passione per la razza del pastore tedesco, 100% linea di sangue da lavoro, in quell’ anno conobbi Nino che mi regalò il mio primo pastore tedesco da lavoro di nome Shamyr. 

All’età di 11 anni, nella suddetta struttura, cominciai a praticare l’addestramento sportivo e m’iscrissi subito alla sezione” Sas Manlio Schipani Messina”, dove, in qualità di socio giovane, iniziai a praticare con il mio fedele Shamyr .

 

In questi anni il mio legame con i cani si è sempre più consolidato e nel 2005 tramite un lungo percorso formativo, diventai istruttore cane guida per non vedenti ed ipovedenti presso il Centro Helen Keller di Messina- scuola cani guida, l’addestramento era così diventato l’impegno più importante della mia vita, tanto che ancora adesso mi dedico ad un addestramento specifico per formare i cani guida durante il mio lavoro per poi passare all’addestramento agonistico nel mio tempo libero.

L’addestramento sportivo mi appassionava molto e poter lavorare con questi magnifici soggetti ancor di più decisi di dedicarmi all’allevamento e gareggiare con soggetti nati a casa mia, così il 03/08/2009, l’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana e la Federazione Cinologica Internazionale, possedendo i prerequisiti, mi concesse l’affisso d’allevamento "di villa Cucinotta", dove con molta passione e sacrificio iniziai a creare una mia linea di sangue. Il mio obbiettivo fu da subito allevare con criterio e dedizione prendendo come linee guida le parole e gli scritti dell’ideatore della razza Max von Sthefanitz, con il motto “Salute - Carattere – Bellezza”.

I miei cani sono sempre stati sottoposti a tutti i controlli ufficiali, imposti dalla società specializzata di razza, controllo le fattrici tramite dei test genetici (anche se non obbligatori), inoltre partecipo alle prove sportive tra cui: esposizioni, raduni, test caratteriali, varie prove di lavoro SAS, trofei, campionato nati e allevati in Italia, campionati regionali, selezioni di razza ecc...

Per poter essere sempre aggiornato ed al passo con i tempi, ho partecipato a due master d’allevamento cinofilo organizzati e riconosciuti ENCI (ente nazionale della cinofilia italiana), ANMVI (associazione nazionale medici veterinari italiani) e dalla SAS (società amatori schaferhunde). Nel mio allevamento mi avvalgo dell’aiuto di mia figlia Siria che mi segue passo dopo passo durante le mie cucciolate e della mia compagna di passione, Dott.ssa Interlandi Claudia  che essendo ricercatrice universitaria presso la Facoltà di Medicina Veterinaria riesce a seguire sia dal punto di vista clinico che sanitario tutte le esigenze dei nostri cani.

Avere dei soggetti caratterialmente equilibrati e con delle belle caratteristiche è molto importante per ciascun addestratore per poter gareggiare in maniera competitiva e soddisfare le esigenze agonistiche, proprio per questo allevo e seleziono soggetti che si presentino sia caratterialmente che morfologicamente idonei. L’allevamento di villa Cucinotta nasce con spirito di grande passione e amore per la razza del pastore tedesco 100% da lavoro , con il fine di apportare migliorie zootecniche e non da intenti imprenditoriali, nel rispetto del codice deontologico ed il benessere animale. Credo molto in questa razza che mi rubò il cuore sin da quando ero un bambino.

Francesco Cucinotta